Ed è subito sera

Quando ti ritrovi a pensare con malinconia alla lunga estate in cui l’obiettivo del giorno era solo respirare meglio, e realizzi che tutta quella fatica adesso ti manca come ti mancava, allora, l’aria.

Il dato seriamente più significativo di questo momento è che la mia nuova collega è nata con mezzo polmone in meno, sicché in due ne mettiamo insieme a stento tre del tutto sani.

Il consumo ossessivo-compulsivo di liquirizia pura.

La musica heavy metal, che chi l’avrebbe mai detto.

Il senso dell’umorismo sfrenato nascosto dietro allo sguardo più schivo.

Sai che esistono sempre ampi margini di peggioramento.

La poesia inesistente.

La malsana nostalgia di una sana seduta di fisioterapia.
Anche respiratoria, andrebbe benissimo.

Le nuove leve che avanzano.

La tua inutile esperienza.

Dicono che fai ridere.
Dicono anche che oggi c’era il sole.

PS Questo è un (raro) esempio di articolo triste in un blog non triste.

Annunci

Un pensiero su “Ed è subito sera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...